Assemblea in Banca Carige

Risultati immagini per zio paperone
Voglio vedere chi mi toglie da qui!!!!!

BANCA CARIGE VERSO L’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI.

Il 29 prossimo si terrà l’Assemblea di bilancio della Banca.   In questo momento sto guardando sconsolato le quotazione dell’azione: 0.81 centesimi!!  Forse non sono il solo, ma … mal comune non è una consolazione. E provo a chiedermi il perché di questa situazione, cosa che peraltro ho già tentato di fare in altre mie precedenti noticine.

Non ho elementi di prova, ma credo che l’atteggiamento tenuto dal quello che si definisce Gruppo di Controllo con la sua “minoranza di governo” (prendo in prestito dalla politica un termine in voga in questi giorni), sia tale da far desistere qualsiasi persona di buon senso dall’avvicinarsi al titolo.

Mi riferisco all’affaire “Mincione” del quale ho parlato nell’articolo del 7 marzo dal titolo “MINORANZE ALLA PORTA”.   Ribadisco qui la mia antipatia e diffidenza per il personaggio Mincione, dal quale probabilmente ha origine il terremoto ribassista di questi giorni, ma altrettanto chiaramente riaffermo la inadeguatezza dei Malacalza a gestire una banca, soprattutto una banca in difficoltà.

Le interferenze di gestione dell’attuale gruppo di controllo sono talmente evidenti che non riesco a capire come gli organi di controllo (BCE e Bankitalia) continuino a stare alla finestra senza intervenire.   La Banca ed il suo management ritengo necessitino di tranquillità per potersi appieno dedicare ai già molti ed impegnativi compiti in una situazione gravida di difficoltà, senza doversi far carico delle bizze e le controversie suscitate da quel gruppo.

Ricordo, in chiusura, che i piccoli azionisti hanno in mano circa il 60% delle azioni (fonte Borsa Italiana), che quindi la Banca si può definire una Public Company, azienda nella quale la gestione è demandata in toto al management.

 

22 marzo 2018

 

 

 

Precedente Pensioni e opere pubbliche Successivo Lettera aperta a Matteo Renzi.