borse valori o casinò

Risultati immagini per las vegas
Siete pronti? E allora via ai derivati più spinti !!!

BORSE VALORI O CASINO’?

Che cosa sono le Borse Valori? Opportunità di raccolta fondi con cui operare e rafforzarsi per Aziende tramite il collocamento di azioni, modi di allocazione risparmi per gli investitori o  sono casinò per il collocamento di strumenti derivati? Con la prima ipotesi si creano opportunità di crescita, ricerca, innovazione e occupazione per l’emittente e, nel contempo, possibilità per i risparmiatori di collocare i propri risparmi direttamente in attività produttive.  Con le seconde si  creano specchietti per le allodole per spogliare, in forme legalizzate, i risparmiatori dei loro averi.

Ora l’ESMA (1) ha approvato la scorsa settimana una direttiva, valida su tutto il territorio Europeo che vieta la vendita ai piccoli risparmiatori delle “opzioni binarie” (2) e limita la commercializzazione dei CFD (3).  ( purtroppo devo ricorrere a note a piè di pagina per rendere il discorso meno frammentato).

Negli USA, a seguito della normativa più stringente, introdotta da Barack Obama col Dodd-Frank Act, questa tipologia di contratti è già stata in qualche modo imbrigliata, attribuendo specifiche aree di intervento alla SEC (4) e alla CFTC (5). E’ ben vero che a seguito della elezione di Trump, alcune norme di quella Legge sono già state messe nel mirino, ma quelle afferenti i derivati sono finora rimaste integre.

Leggo che queste misure sono contestate da molti operatori del settore, specie quelle relative ai CFD.   La ragione di fondo con cui si supporta l’opposizione  è che verrebbero meno, per gli operatori della finanza Europea, fonti di guadagno e posti di lavoro a favore di Paesi più lassisti in materia.

A costoro io oppongo: queste operazioni non fanno crescere l’economia reale. L’investimento non finisce nel rafforzamento di Aziende, non si creano posti di lavoro, non si crea innovazione, solo finanza di carta.   Lo sprovveduto cittadino è troppo spesso allettato, con la promessa di guadagni mirabolanti ad entrare, attraverso martellanti campagne pubblicitarie su Internet o al telefono, in strumenti di cui non capisce la portata e, forse, neppure il funzionamento.  Cito testualmente da un articolo de “IL SOLE  ORE”:  “…se un risparmiatore vincesse 10 volte e perdesse 10 volte puntando la stessa cifra, alla fine il saldo del suo “investimento” sarebbe negativo…”.

Dunque perché questa difesa? Per tutelare posti di lavoro? Ma allora perché non tutelare i “ posti di lavoro” di spacciatori, borsaioli, lenoni e chi più ne ha più ne metta?

____________

Note:

  1. ESMA – European Securities and Markets Authority – è un organismo dell’Unione europea che, dal 1 gennaio 2011, ha il compito di sorvegliare il mercato finanziario europeo (Gran Bretagna compresa, fino almeno alla sua effettiva uscita dall’Unione). Vi partecipano tutte le autorità di vigilanza bancaria dell’Unione europea.
  2. Opzioni Binarie: tipo di prodotto derivato nelle quali si scommette sul valore di un sottostante (indice, titolo, valuta, commodities) entro un arco di tempo limitato (anche pochi minuti).
  3. CFD: “contract for difference” sono contratti derivati che consentono di speculare su rialzo e/o ribasso di indici, ecc., con effetto leva. Ciò significa che con i CFD, proprio per effetto della leva, si può perdere molto di più di quanto investito. Esistono CFD con effetto leva anche di 100.
  4. SEC: Securities and Exchange Commission (Commissione per i Titoli e gli Scambi), ente federale statunitense preposto alla vigilanza della borsa valori, analogo alla nostra CONSOB.
  5. CFTC: (Commodity Futures Trading Commission) è l’agenzia federale Statunitense che si occupa della regolamentazione del mercato dei futures e dei derivati in genere.

3 aprile 2018

 

 

Precedente Globalizzazione, occupazione, terzo mondo. Successivo Regione Sicilia e assenteismo.