CONSUMATA ABILITA’.

Risultati immagini per emma bonino
Dedico questo post all’indomita Emma Bonino, anche se non invito a votare +Europa. ATTENTI AL QUORUM!

Esperti di comunicazione con grande abilità mettono ogni giorno in bocca ai leader di Governo dichiarazioni capziose atte a sviare l’attenzione.

—–()()()—–

Ho già trattato l’argomento nel post http://giuli44.altervista.org/i-pesci-e-la-rete/, ma ritengo opportuno ritornarci.  Ieri sera nella puntata di “Tribù”[1] Emma Bonino indicava, a parole chiare la tecnica che, con consumata abilità, Movimento 5 Stelle e ancor più la Lega usano per sviare l’attenzione dei cittadini.

Non voglio fare endorsement a favore di + Europa, anzi ritengo che chi sia indirizzato a votare quella formazione rischi di sprecare il proprio voto contro la soglia di sbarramento.  Lodo invece la lucidità e la chiarezza di Emma nell’indicare il continuo depistaggio messo in atto da membri del Governo.

Così mentre lo spread si attesta stabilmente sopra 270 punti, l’asta BOT viene aggiudicata a rendimenti in rialzo, l’economia è ferma, il deficit fuori controllo, Alitalia e CARIGE stanno per finire sul groppone dei contribuenti, continua lo scivolamento verso una democrazia autoritaria, tutta la rete ed i media sono impegnati a contestare gli specchietti per allodole marca Salvini.   La casa brucia e gli argomenti sono la cannabis terapeutica (smentita quasi subito), l’immigrazione (che non c’è), il “concorso a premi di Salvini” (che fa ridere i polli) e via così.

Molti, troppi, cadono in queste trappole, abilmente costruite ed orchestrate da maestri della comunicazione: “parlate di cavolate, accanitevi sul nulla, ma non fateci domande su cosa abbiamo intenzione di fare per il lavoro, per la crescita economica, per questo Paese che sta andando a gambe all’aria”.

Non vogliono essere incalzati su questi argomenti perché non sanno o non possono rispondere.  Non sanno per la insita impreparazione dei più, non possono perché il disegno scellerato delle loro teste d’uovo (di quaglia) è farsi cacciare dalla UE e dall’Euro[2].  Dico farsi cacciare perché non possiedono il fegato per andare ad un referendum sull’argomento.

Dobbiamo quindi rassegnarci?  Io credo di no!  Innanzi tutto mi riprometto di non rilanciare, sia pur per contestarle, le loro bestialità.  Poi di contattare di persona i miei conoscenti, che magari non hanno alcuna dimestichezza con la rete e poca con l’informazione.  Illustrar loro quali siano i rischi che tutti corriamo quando si segue l’andazzo: “sono tutti uguali”, “pensano solo a riempirsi le tasche”, “io non credo più a nessuno: non vado a votare”.

Non dobbiamo convincere ad andare alle urne quelli che sulla rete ne usano l’hashtag, ma la coppia di anziani del piano di sopra, la signora un po’ svampita che fa la spesa al nostro fianco e si lamenta del prezzo delle zucchine, l’uomo che si lagna perché vede un “negro” che mendica.

Usciamo per qualche ora dalle rete, se abbiamo tempo, contattiamo chi la rete non sa cosa  sia o la usa solo per scambiarsi foto, saluti e cuoricini.  Buon voto a tutti (ragionato, mi raccomando)!

 

P.S. : Porto all’attenzione l’articolo sulle riforme costituzionali di Claudia Fusani: https://notizie.tiscali.it/interviste/articoli/intervista-ceccanti/

 

 

 

 

 

[1] Su Sky TG – canale 50 del digitale terrestre – https://tg24.sky.it/politica/2019/05/10/emma-bonino-bugie-salvini.html

[2] http://giuli44.altervista.org/a-pensar-male/

Precedente PENSIERI PESANTI. Successivo VERSO UNA DEMOCRAZIA ILLIBERALE MANIPOLABILE.