Crea sito

L’EUROPA AI POPULISTI.

Ecco il manifesto sul futuro che ci attende, condiviso a parole e fatti dal nostro Governo. 

—–()()()—-

Risultati immagini per trattato del Trianon
In questa carta sono disegnati i confini dell’attuale Ugheria e della “Grande Ungheria”.

«Europa centrale … Regione che dovrà reggersi su cinque pilastri: il diritto di proteggere la cultura cristiana rigettando il multiculturalismo, l’autorità di difendere il modello tradizionale di famiglia. E poi il diritto al protezionismo economico, il potere di respingere i migranti e di proteggere i confini…i giorni della Commissione Europea sono contati».  Questo non è un discorso di Salvini o Di Maio,  ma del leader Ungherese Viktor Orban.  E’ lo stralcio dell’articolo, pubblicato su “Il Piccolo” di Trieste e che trovate qui http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2018/07/30/news/il-progetto-di-orban-un-europa-centrale-riunita-nel-segno-della-cristianita-1.17107427 .

LA GRANDE UGHERIA.

L’articolo non tace sulle mire territoriali di Orban per una Grande Ungheria, che ritorni ai confini ante trattato di Pace del 1920.  Richieste che minacciano l’armonia stessa dell’Europa e il cui primo tassello è già stato posto: l’estensione automatica a tutti gli Ungheresi della cittadinanza Magiara anche se residenti negli Stati confinanti ( Rep. Ceka, Slovacchia, Serbia, Austria, Ucraina, Romania, Slovenia) http://www.eastjournal.net/archives/1172 .

Il pericoloso personaggio non si ferma lì.  Le sue mire sono per un rafforzamento del Gruppo di Visegràd e per il potenziamento nello stesso di altri Paesi.  Per ora solo Serbia, Romania, Croazia,ma un domani, perché no?, Austria e Italia, vista la comunanza di intenti e la continuità territoriale.  Gli osannanti di questi giorni al Governo fascio-populista sono avvertiti: in Ungheria salario medio mensile rilevato nel 2017: 686 Euro, al di sotto del reddito di cittadinanza auspicato da 5Stelle (nota bene si parla di salario, non di sussidio – fonte https://www.idealista.it/news/finanza/lavoro/2018/05/28/126205-lo-stipendio-medio-addebitato-in-ogni-paese-europeo ) .

Fermiamo l’Orban guerrafondaio e i suoi emuli Italiani, fermiamoli pensando anche un’alleanza fra quelle forze politiche che, pur avendo provenienze diverse – socialiste, liberali, popolari –  si riconoscono in quei valori di libertà, civiltà, tolleranza che hanno consentito 70 anni di pace nel continente.