EUROPA,ULTIMO ATTO?

Immagine correlata
Ecco da dove l’Europa è partita.

Gruppo di Visegràd + Austria, Italia e CSU Bavarese stanno stringendo d’assedio l’Europa. Il faro della civiltà, tenuto alto negli ultimi 50 anni sta per spegnersi.

—–***—–

La Cancelliera Angela Merkel deve fare i conti con le prese di distanza del Partito Bavarese, ormai allineato su posizioni anti-Europeiste comuni al Gruppo di Visegràd, all’Austria, all’Italia.  Lo stesso Presidente Francese Emmanuel Macron, nonostante l’ostentata sicurezza, non può ignorare che Marine Le Pen è pur sempre in agguato. E Pedro Sanchez, andato alla guida del Governo Spagnolo in maniera quantomeno rocambolesca, non può scordare che il suo Esecutivo si basa sull’appoggio dei separatisti Catalani. Con queste intrinseche debolezze dei Governi che si dichiarano più apertamente filo-Europei, la domanda se l’Europa stessa è giunta all’ultimo atto della sua rappresentazione pare più che legittima.

Ma tutti coloro che, esternamente al trio (Italia e Ungheria in testa), si danno da fare per buttare giù la costruzione non hanno un disegno alternativo.  L’unico punto che li accomuna sembra distruggere.  Nuovi Barbari abbattono, senza curarsi delle conseguenze, le costruzioni che hanno tenuto insieme e in pace l’Europa negli ultimi 70 anni.   Quasi un secolo di vita in comune viene buttato via, sacrificato sull’altare di piccoli egoismi, che hanno sì a che fare con tante difficoltà nella vita quotidiana, ma nessuno di questi “invasori interni” sembra ricordarsi da dove si è partiti e dove si rischia di ritornare.

Paesi distrutti dalla guerra, attanagliati dalla fame, occupati militarmente, privi di ogni risorsa, rimasti in piedi formalmente grazie al compiacente (ed interessato) appoggio dei veri vincitori dell’ultimo conflitto (Russi e Americani) che hanno, in forme diverse tenuto in piedi, anche con la forza (i Russi), Governi privi di autentica autonomia.  Questo è da dove veniamo.  Questo è ciò che temono i nostri competitori.  L’Europa Unita non fa comodo ad Americani e Russi.  L’Europa Unita è un faro di civiltà che splende sul mondo.  E’ un esempio di come si possano dimenticare i biechi Nazionalismi che dal 1800 alla seconda parte del 900  l’hanno trasformata in un campo di battaglia. Il nemico comune non sono i cenciosi, disperati che sfidano la sorte con le carrette del mare.  Sono, ancora una volta, quei Nazionalismi che stanno tentando di travolgere tutto sotto nuove parole d’ordine (autonomismo, sovranismo) dietro il quale si nascondono.

 

Sull’argomento emigrazione vedi    http://giuli44.altervista.org/wp-admin/post.php?post=244&action=edit

Precedente OBBLIGO VACCINALE, PENSIONI D'ORO E CALCOLI ERRATI. Successivo ANCORA SALVINI PREFERITO E ..... Italiani come Fantozzi.