Crea sito

GENOVA: I TESORI DELLA COLLINA DI CASTELLO.

Immagine correlata
La facciata.

Genova: la Chiesa Santuario delle Grazie al Molo.

A CURA DEL PROF. ETTORE PARODI.

La Chiesa Santuario delle Grazie al Molo in Genova, posta di fronte all’ex Mercato del Pesce, risale al 1200, ma la sua storia è più che millenaria.

Attualmente, nonostante sia stata parzialmente distrutta dalle bombe inglesi nel 1942, conserva opere di notevole valore quali una Madonna in legno scolpito proveniente dall’Armenia (all’intercessione della quale i genovesi attribuirono la vittoria conseguita sui veneziani a Curzola nel 1298), alcuni quadri del XVII e del XVIII secolo e un bellissimo altare maggiore del 1700, opera dello scultore B. Schiaffino.

.Immagine correlata
Statua del Padre Santo, sulla piazzetta della Chiesa

Non tutti sanno, però, che la Chiesa in realtà è dedicata ai Santi Nazario e Celso, martirizzati a Milano nel IV secolo d.C.

Il perché è presto detto. Al di sotto della struttura dell’attuale chiesa esiste la parte absidale di una chiesetta eretta sulla scogliera del Molo tra il VII e l’VIII secolo dopo Cristo in onore dei due santi.

Tale parte absidale, o cripta, a sua volta, nasconde il primo luogo di culto edificato nel IV o V sec d.C.  in onore dei due santi che, veri e propri missionari, passando per Genova , battezzarono i primi aderenti genovesi alla religione cristiana.

L’attuale cripta è stata rimessa in ordine e resa fruibile grazie a lavori di scavo e di restauro attuati negli anni ‘ 90 del 1900.

La chiesa e la cripta, al momento, non sono visitabili se non previo accordo con i sacerdoti della parrocchia di San Marco al Molo. In un prossimo futuro è sperabile che il monumento venga aperto al pubblico.

 

NOTA MIA: 

La Chiesa è raggiungibile dal Porto Antico: dall’uscita a Levante dell’area ci si immette in Via del Molo e, percorse poche decine di metri a destra, si arriva.