Crea sito

I PESCI E LA RETE.

Risultati immagini per lampara pesca
I pesci finiscono nella rete nella pesca alla lampara.

Avvenimenti assolutamente marginali diventano facili appigli nella rete social che amplifica fenomeni marginali o creati a bella posta per sviare l’attenzione dai problemi veri.

—–()()()—–

E’ la stagione delle acciughe: quei pesci, attirati dalle luci delle lampare finiscono in banchi nella rete dei pescatori.  Anche il Governo sa come pescare nella rete (quella di Internet) e non si fa sfuggire l’occasione di distrarre dai veri problemi i pesci che la frequentano.

Questa settimana l’argomento di distrazione di massa è stato il Congresso Mondiale delle Famiglie.  4 sfigati integralisti che stento a pensare avrebbero avuto il plauso di Pio XII, il Papa più oscurantista dell’ultimo secolo.  Eppure la rete è piena: il popolo dei social si danna a smentire posizioni e tesi che, si sa benissimo, raccolgono a malapena adesioni da prefisso telefonico.

Il Governo, dietro la cortina fumogena creatasi, fa passare la Commissione Banche, conferendogli poteri che, nonostante le eccezioni del Capo dello Stato, sono da Grande  Inquisitore (manca, per ora, la tortura)[1].   La Commissione ha un campo di indagine vastissimo: Banca d’Italia[2], Consob[3], Banca Centrale Europea, Agenzie di Rating

Dietro questa occupazione di poltrone io vedo qualcosa di definito: un attacco ai risparmi degli Italiani in primis. l’uscita da U.E. ed Euro in seguito (o forse in parallelo)[4  una volta messe a tacere a mezzo Commissione, le Authority indipendenti, Magistratura compresa. Non capisco altrimenti la sovraesposizione mediatica di personaggi come Claudio Borghi Aquilini[5] se non con la riesumazione del NO EURO che i due soci di Governo hanno celato in questi mesi[6].

Nella stessa settimana, sempre dietro la cortina del Congresso delle Famiglie, il Governo ha approvato la inutile e pericolosa “Legge sulla Legittima Difesa”, alla I Commissione del Senato va avanti il pericolosissimo “Referendum Propositivo”[7]. Tutto fra la colpevole trascuratezza dei “salotti televisivi” e la rete social che, sostanzialmente, si lascia pescare.

 

 

 

 

[1] Premetto che da piccolo azionista di Banca CARIGE, ero cosciente che mettevo a rischio un piccolo capitale: mai mi attendo di essere risarcito dallo Stato per questa piccola speculazione.  Il risarcimento erga omnes dei cosiddetti “truffati dalla Banche” sottrae risorse pubbliche a che meglio potrebbero essere impiegate che non per risarcire chi ha tentato la sua piccola speculazione

[2] Il cui Direttorio sta per essere nominato con persone gradite al Governo.

[3] Dopo aver costretto a dimissioni Matio Nava, han provveduto alla nomina del Prof. Savona.

[4] http://giuli44.altervista.org/def-alle-porte-e-la-sindrome-di-pinocchio/

[5] https://www.huffingtonpost.it/2019/03/28/claudio-borghi-faremo-la-manovra-in-deficit-o-con-la-golden-rule_a_23701991/?ncid=yhpf

[6] Invito a leggere questo articolo di qualche mese fa su ”ILFATTO QUOTIDIANO”, giornale semi ufficiale del M5S https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/11/15/manovra-salvini-e-di-maio-hanno-tre-modi-per-uscire-dallo-spread/4766894/. e ditemi se le mie tesi sono campate in aria!

[7] http://giuli44.altervista.org/referendum-propositivo/