Crea sito

IL CANNIBALE.

Immagine correlata
Hannibal Lecter. Il più famoso dei cannibali del cinema, interpretato magistralmente al Anthony Hopkins

Il cannibale Salvini, dopo F.I. passa alla chilificazione del M5Stelle. Ma all’orizzonte…

—–()()()—–

Prevedibile successo della Lega alle elezioni in Abruzzo: Salvini, dopo aver cannibalizzato Forza Italia, passa alla fagocitazione elettorale dell’alleato[1].   Inutili sembrano le giustificazioni fornite dalle parti dei 5 Stelle: “abbiamo un gap ricorrente nelle elezioni amministrative”.  La realtà, a mio avviso, è un’altra:  l’inconsistenza del Movimento si rivela in tutta la sua entità.

Privo di una vera linea politica, di una classe dirigente competente e lungimirante il Movimento vive di vuote parole d’ordine, campa alla giornata e riesce a deludere volta per volta qualcuno dei gruppuscoli che, per far numero, ha inglobato e perde pezzi.  Il disfacimento sembra imminente e si realizzerà quando il grosso dei suoi elettori vedrà concretizzato il reddito di cittadinanza: il peculiare coagulatore di masse in mano al M5Stelle.

Conseguentemente chi, come me, si sente dalla parte delle democrazia, dell’europeismo convinto, della maggiore giustizia sociale deve ora riconoscere quale sia l’avversario: la destra nazionalista incarnata dalla Lega.  Da quelle parti persino il moderato Tajani sembra essere scivolato su una buccia di banana nel goffo tentativo di recupero sciovinistico nella celebrazione del giorno del ricordo[2].

L’Abruzzo non è solo il trionfo Leghista: è anche la riscossa di una diversa concezione di Sinistra.  Non per il risultato del PD, che appare tutto sommato deludente, ma per quell’embrione di federazione di forze sociali positive che si è raccolto intorno a Legnini.

Cose auspicate nel manifesto di Carlo Calenda e concretizzatesi nel voto.  Cito qui la Sindaca di Ancona, Mancinelli: “non ha fatto promesse esagerate, ma si è impegnata per un recupero economico a piccoli passi”[3].  Quei piccoli passi concreti che le sono valsi il World Mayors Prize 2018, riconoscimento conferito a quei sindaci che si sono distinti per leadership, ma anche per compassione e capacità di tenere unita la propria comunità.

Coraggio, quindi e aspettiamo fiduciosi prossime conferme, a partire dalla Sardegna fra 2 settimane.

 

 

[1] https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/02/11/abruzzo-analisi-dei-flussi-swg-dove-sono-i-voti-persi-da-m5s-il-46-si-e-astenuto-ma-lega-sale-anche-col-voto-di-ex-grillini/4964862/.

[2] https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/02/11/abruzzo-analisi-dei-flussi-swg-dove-sono-i-voti-persi-da-m5s-il-46-si-e-astenuto-ma-lega-sale-anche-col-voto-di-ex-grillini/4964862/.

[3] https://www.repubblica.it/politica/2019/02/11/news/comuni_sindaca_ancona_vince_world_mayor_prize-218897808/.

3 Risposte a “IL CANNIBALE.”

  1. Mah…prima di vendere la pelle dell orso bisogna ucciderlo … Le opposizioni attuali devono fare ancora molta strada per diventare credibili e soprattutto devono dare delle risposte a una parte larga di popolazione.

I commenti sono chiusi.