Crea sito

L’ARROGANZA INCOMPETENTE … IL CASO CARIGE.

Il caso Carige: arroganza e incompetenza (come nel Governo). By Griwot

Banca Carige dichiarata soccombente nella causa intentata contro Fondo Apollo e suoi stessi ex amministratori.  Lo specchio di un Paese guidato da incompetenti.

—–()()()—–

Il Tribunale di Genova, con una sentenza che lascia pochi margini per essere riformata in eventuale appello, ha condannato Banca CARIGE, attore della causa, a risarcimenti e spese per oltre 1 milione di €. per “piena sostanziale soccombenza di parte attrice”.[1]  A nulla sono serviti gli ammonimenti, espressi anche in Assemblea, all’azionista di controllo, il Gruppo Malacalza, sulle incaute, temerarie motivazioni su cui l’azione legale poggiava.

C’è da chiedersi per quale motivo, accanto a tutte le innumerevoli, stringenti regole che, giustamente, l’Unione Europea ha emanato ed emana sul mondo bancario, anche tramite BCE, non ne esista alcuna che contrasti la scalata di un qualsiasi raider che si improvvisi banchiere.[2]

Sono stati bruciati 3 amministratori delegati in 3 anni, 3 aumenti di capitale sull’altare del controllo ostinato ed incondizionato della banca da parte di Malacalza: perdite pesantissime per i piccoli azionisti, timori per i depositi dei clienti il risultato.

IL CASO PAESE.

Prendo spunto da questo specifico caso per guardare a quanto, in maniera similare, succede nel Paese.  Anche qui una masnada di incompetenti, presuntuosi, nati “imparati” ha portato il Paese in una crisi che inutilmente cercano di scaricare su altri.

Tutti noi siamo piccoli azionisti di questa Italia.  Molti di noi hanno investito i propri risparmi nel Debito Pubblico vedendoli sciogliere come neve a sole per improvvide dichiarazioni, per l’andare avanti su strade sbagliate, per non accettare critiche.

Ora, all’affacciarsi di una crisi planetaria[3] su cui nessun paesucolo delle dimensioni dell’Italia può avere influenza, questo Governo si fa cogliere in mezzo al guado, ma non arretra: vuole ostinatamente avere il controllo e alle sue condizioni.

La guerra è portata avanti dai grandi colossi: USA, Cina, Russia, tutti nemici dell’Europa Unita nel segno del “divide et impera”.  E che fanno i nostri Governanti?  Spallucce e tirano avanti dritto!   Anzi in molti casi danno fiato alternativamente al trio dei giganti nemici, indebolendo con minacce il disegno della costruzione Europea, forse per ritagliarsi un miserabile posto fra i primi dei loro servi.

Visti i sondaggi sembra che la maggioranza dei nostri concittadini sia contenta di questo, ma io sono in attesa di una opposizione che, lasciate da parte incomprensioni e divisioni, si decida a dar voce a quanti, come me, questa situazione dà solo nausea[4].

[1] http://www.ilsecoloxix.it/p/economia/2018/12/06/ADsV5YvC-castelbarco_carige_montani.shtml.

[2] Rinvio a questo post chi volesse entrare nell’argomento http://giuli44.altervista.org/dawngrade-su-banca-carige/.

[3] Lo stesso Prof. Savona, sciagurato Profeta  di questa politica economica, mette in guardia  http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2018/12/05/savona-italia-rischia-recessione_90f15b9a-3768-47dd-b56b-c175f18182c6.html.

[4] http://giuli44.altervista.org/i-nemici/.