OTTANTA DI’

Immagine correlata
Salvini pompiere? Sempre drago è!

OTTANTA  DI’ (OTTANTA NOTT).

Tanto è occorso per varare il Governo giallo-verde.  Ma cosa ha indotto Salvini a cedere sul nome di Savona?

—–°°°—–

Parafrasando la Vanoni (nella sua celebre canzone i dì erano quaranta) dopo ottanta dì abbiamo il Governo politico di Salvini e Di Maio (concessi nove giorni di abbuono per motivi tecnici).

Quando il buon Cottarelli, autentico ed ubbidiente Servitore dello Stato, si apprestava a fare la sua figuraccia andando a farsi bocciare come uno studentello che ha fatto “sega” troppe volte, è scoppiata la pace su Savona (non la città, il Prof. Savona).   La signorilità, la riservatezza, la indubbia capacità, i titoli di Carlo Cottarelli rifulgono sul grigiore e sui titoli tarocchi di Giuseppe Conte. Eppure, sia pure fra gli applausi (cosa mai vista!), va al Quirinale e rinuncia all’incarico,

E il Prof. Paolo Savona?  Nonostante la sua età (81 anni, per chi non lo sapesse) e altrettanti titoli, carriera e capacità di Cottarelli sta abbarbicato alla sua nuova poltrona “Ministro alle Politiche Comunitarie”: da morir dal ridere!  Quanta dignità in più una sua rinuncia formale a qualsiasi incarico dopo la bocciatura ricevuta al Ministero Economia e Finanze!  Non ho il suo stesso pensiero, come ho palesato in precedenti articoli, ma aveva la mia stima: ora non più.

Credevo che Salvini avrebbe tirato la corda più a lungo.  Fino ad andare a nuove elezioni dove avrebbe cannibalizzato Forza Italia e Fratelli d’Italia per presentarsi con la tracotanza del Vincitore: mi sbagliavo!

Ora mi lancio nella fantapolitica. L’altro ieri, in Liguria, Salvini affermava o Savona (il Prof.) o morte!  Ieri però è stato a Milano.  Qualcuno gli deve aver detto: “Uei Matteo, ma io col tuo tira e molla sto perdendo TOT/mila Euro sulle mie azioni” e un altro “ Neh, smetti di fare il pirla, sai quanto ci sto perdendo sui miei BTP?” e ancora “Guarda che col Silvio (Berlusconi) ‘stè cose non sarebbero successe: se si vince si governa. E basta!”,

Così, dopo ottanta dì, avremo un Governo politico giallo-verde. Dio (e Draghi) salvino l’Italia!

Precedente MATTARELLA POSSIBILE IMPEACHMENT. Successivo INTEGRAZIONE O DISSOLUZIONE PER L’EUROPA?