Il PD nel cul de sac

Risultati immagini per troika
Il PD nel cul de sac. Arriva la Troika?

Politica italiana? In un cul de sac.

Alleanze o appoggi ad un Governo: attenzione alle strade senza uscita.

 

Si trova su Internet la presunta origine dell’espressione cul de sac.  Pare che gli antichi Egizi fossero usi, a scopo difensivo, costruire nelle loro città strette vie terminanti in piccole piazze senza sbocco.  Se invasi da nemici li attiravano, forse fingendo di fuggire, in questi luoghi per poi massacrarli con comodo dalle finestre degli edifici circondanti la piazzetta.

Sentendo in questi giorni alcuni esponenti politici, mi sono ricordato di questa definizione a proposito del PD.  Alcuni suoi esponenti rappresentano la situazione come qualcosa che non li riguarda: “noi abbiamo perso, tocca a chi ha vinto farsi carico, ecc. ecc.”.

Altri invece rappresentano il PD come l’ago della bilancia che, col proprio posizionamento a fianco di uno dei non-vincitori, può e deve influenzare, mitigandola nei suoi aspetti più eccessivi, la linea di un futuro Governo.

Nel primo caso la soluzione sarebbe un Governo di minoranza (non so affidato a chi) che prepari rapidamente nuove elezioni, dalle quali, attraverso un ulteriore massacro elettorale, il PD uscirebbe ancor più ridimensionato. L’altra ipotesi (Governo M5Stelle + Lega) ad essere massacrato sarebbe il Paese: lo spread, che già si muove sornione come le mie gatte di copertina, tornerebbe a scatenarsi; i titoli pubblici non rinnovati per mancanza di sottoscrittori causerebbe il blocco di ogni attività pubblica; lo Stato non sarebbe più in condizione di pagare gli stipendi ai propri dipendenti e le pensioni.  Il Monti di turno (se ne trova sempre uno) pronto a scendere in campo, per  evitare il Governo della Troika.

Nel caso in cui si addivenisse ad una alleanza (non so con chi), il PD riuscirebbe sicuramente a condizionare la linea del Governo, ma su di lui verrebbero scaricate dagli improbabili compagni di strada, tutte le manchevolezze, le promesse non mantenute in occasione delle successive elezioni.

Non ho una soluzione  da proporre ma, in ogni caso la trappola, il cul de sac appunto, sembra perfetta.

 

18 marzo 2018  (mancano 2 giorni alla primavera, ma piove e dirotto e fa freddo)

Precedente Alta velocità e basso comprendonio Successivo Pensioni e opere pubbliche