QUALUNQUISMO.

Risultati immagini per qualunquismo
Da http://www.informarezzo.com/permalink/7455.html

Il qualunquismo sta Governando l’Italia senza una visione politica per il futuro.

—–()()()—–

Il qualunquismo sta governando.  Scopo del suo agire la preservazione del potere, l’arrocco su posizioni che sfiorano l’autarchia e non servono all’ammodernamento del Paese.[1]  Non si investe nello sviluppo, ma si danno mance: col reddito di cittadinanza, con i prepensionamenti, pregiudicando, per la sopravvivenza di oggi, il futuro di figli e nipoti, creando nuove ingiustizie e nuove divisioni in una società di per se già troppo frammentata.

I NUOVI BARBARI.

Alla caduta dell’Impero Romano con la creazione dei Regni Romano Barbarici, l’Europa venne a trovarsi in una situazione di frammentazione che diede avvio ad ostilità interne.   Unità politiche sempre più spezzettate ed intolleranti verso un potere centrale organico, cercavano sopravvivenza costruendo mura e castelli fortificati, saccheggiando le risorse ereditate dal passato, rifiutando qualsiasi ipotesi unitaria.  Ciò non contribuì a tener lontani i nemici veri: le spinte da Oriente dei Mongoli (Khanato dell’Orda, di Crimea), da Occidente del Califfato (penisola Iberica, sud della Francia, Sicilia).

Ora l’Europa si trova in condizioni analoghe: spinte disgregative all’interno provenienti dalle così dette forze sovraniste (http://giuli44.altervista.org/sovranismo/. ), pressioni esterne dai “nuovi Imperi”: USA, Russia, Cina.  Tutti con un solo disegno: impedire la nascita di un vero, forte, unitario soggetto Europeo.  Cercano e offrono i nuovi imperi accordi con i singoli paesucoli, più deboli e ricattabili; mettendoli uno contro l’altro con accordi bilaterali.  http://giuli44.altervista.org/delenda-europa/.

QUALUNQUISMO.

Il qualunquismo, generato da situazioni oggettive di disagio, viene sfruttato da movimenti che, profittando della democrazia, provano a distruggere il sistema emettendo segnali di appoggio verso i possibili invasori.[2]   Immemori della ingloriosa fine dell’”Uomo Qualunque”, (per strana coincidenza guidato come i 5stelle da un umorista, Guglielmo Giannini) i nostri neo-qualunquisti si battono per avere un posto al sole, da  primo fra i servi  nella nuova divisione in zona di influenza di quell’Europa futura che verrà, se le loro tesi disfattiste avranno il sopravvento.

Solo un disegno organico quale quello degli Stati Uniti d’Europa può rimettere queste forze nell’oscuro angolo da cui sono uscite.  Un progetto che veda non già la disgregazione di quanto finora costruito, ma maggiore integrazione, poteri centrali più forti.  Un modello che unifichi politiche estere, economiche e fiscali; che preveda forze armate, legislazione civile e penale, welfare comune; che falci l’erba sotto i piedi alle lobbies, ai gruppi di potere e alle mafie locali.

L’unico progetto di questo tipo è stato preceduto da un solo esempio: gli Stati Uniti d’America e per compiersi integralmente è purtroppo dovuto passare attraverso la guerra di secessione.  L’alternativa proposta  dai così detti “sovranismo” è peraltro ben peggiore: rettifiche territoriali, riconoscimenti etnici propedeutici a pulizie etniche, condivisione con Putin e Orbàn di vere e proprie politiche di annessione e rettifica di confini.   http://giuli44.altervista.org/russia-e-spread/.

 

 

 

 

[1] Vedi l’ennesimo salvataggio Alitalia, la pletora di assunzioni previste in INPS, nei Centri per l’Impiego, senza un preciso disegno, appesantendo l’apparato produttivo del Paese con più ampie strutture burocratiche da mantenere.

[2] Mi riferisco al tentativo di accordi bilaterali con Mosca, Washington, Pechino.

Precedente CROLLO A GENOVA. Successivo EURO.