QUANDO LA NAVE AFFONDA …

Risultati immagini per costa crociere naufragio
Quando la nave affonda i topi scappano. E … anche certi Capitani.

Eccolo, il fiero Capitano emulo di Schettino.

—–()()()—-

L’audace Capitano di fronte ad una manovra di bilancio che non lascia scampo, se la fa sotto ed imita  i topi quando la nave affonda: scappa.  Butta tutto in aria lasciando ad inabissarsi gli sprovveduti sempliciotti che fin qui lo hanno traghettato, stuoini dei suoi voleri. Fidando nei sondaggi, nell’altro zerbino Fratelli d’Italia e (forse) nelle ambiguità di Berlusconi, conta di impossessarsi del banco.

Pochi si chiedono come intenda cavarsela con la Legge di Stabilità in caso di una autunnale vittoria elettorale.  Io credo che il disegno sia lo stesso di un anno fa: uscita dall’Euro e, forse, dalla stessa Unione Europea.  La lezione e le vicissitudini della Brexit non sembrano preoccupare lo sciagurato nocchiero che, pur di soddisfare la sua sete di potere, è disposto a tutto.

I suoi sostenitori sono talmente ciechi da non comprendere la rovina che attende il Paese, loro stessi, i loro figli se la rappresentazione giungesse a compimento.   Questi fautori, novelli Esaù, sono disposti a sacrificare per un misero piatto di lenticchie (qualche mese di anticipo pensionistico, qualche modesto beneficio fiscale) il loro benessere e, forse, la loro stessa libertà.

Quando l’Italia somigliasse all’Ungheria (nella migliore delle ipotesi) questi fans hanno contezza che si troverebbero a campare con pensioni e salari che, espressi in Euro, sarebbero ben presto dimezzati?   Che una politica di svalutazione selvaggia potrebbe creare intorno al Paese una barriera di dazi compensativi che, facendo crollare le esportazioni, lo getterebbe nel baratro di una crisi da dopoguerra?   Che se hanno dei risparmi verranno falcidiati dall’inflazione?

Ci pensino bene, gli Italiani, prima di anteporre ai loro interessi veri la vampa della propaganda.

Fermare quel disegno, a metà strada fra sovranismo e suicidio collettivo, deve essere la priorità, insieme ad una ripresa ed accentuazione del ruolo dell’Italia nella casa comune Europea.   Non però a qualunque costo ….

Precedente SICUREZZA. Successivo ELEZIONI SUBITO O … NO?