QUANDO L’INDIGNAZIONE SUPERA I PROPOSITI.

Risultati immagini per nave in tempesta
L’indignazione per una la Sea Watch

Ancora una nave ONG tenuta in ostaggio per una prova muscolare del Governo

—–()()()—–

Solo 3 giorni fa, riflettendo sulle operazioni di distrazione di massa operate dal Governo, mi proponevo di minimizzare su altri fatti simili[1]. L’indignazione per quanto sta accadendo con la Sea Watch[2] impone a tutti di superare quei propositi.  Un Governo che infrange trattati internazionali, si comporta come neanche il pirata Barbanera, deve essere denunciato.

Inutilmente il M5Stelle tenta l’abituale manfrina, fingendo la ricerca di un  compromesso.  La responsabilità di questi episodi è sua,come della Lega.  Solo 2 giorni fa in una intervista a “Piazza Pulita”, il Ministro Alfonso Bonafede, alle  contestazioni sull’argomento specifico migranti, rispose che la responsabilità degli atti operati dal Governo è unanime e condivisa, ergo i 2 alleati sono pienamente sodali su questi fatti.

Nel precedente caso della nave Aquarius scrivevo in un mio post; Se si voleva dare un “segnale forte” si poteva operare in maniera meno clamorosa e più corretta.  Per esempio comunicare con congruo anticipo il divieto di sbarco in porti Italiani dalle navi delle ONG.  Oppure annunciare, sempre con ampio preavviso, che non sarebbe stato consentito lo sbarco di migranti da navi non battenti bandiera Italiana: ogni soccorritore porti i suoi salvati nel suo Paese.   Insomma si può essere corretti, anche facendo la voce grossa. Si è scelta la spettacolarità elettorale che, probabilmente, visti i risultati, ha pure pagato[3].

Ecco, cari 5Stelle che sembrate caduti dal pero e che con qualche vostro esponente (parlo di Roberto Fico) torcete la faccia e dissentite, come dovreste esservi comportati, se vostra intenzione fosse quella di mostrare un volto umano.  Il problema dei migranti è certamente grave, ma non può essere risolto che in sede internazionale, proprio quella sede da cui vi siete defilati non aderendo al Global Compact, non lavorando per la riforma degli accordi di Dublino, nonostante la disponibilità espressa da diversi importanti partner Europei.

Alle elezioni di marzo avete preso 11 milioni di voti: possibile che fra tutte quelle persone non ci sia qualcuno in grado di gestire meglio di chi è al Governo queste situazioni, che sappia lavorare sul piano Internazionali e Comunitario o, tutto sommato, la situazione vi fa comodo, come  fa comodo alla Lega?  Si perché, tornando a quanto espresso nel mio post già citato alla nota 1), vi torna utile avere periodicamente situazioni di tensione in grado di distrarre l’opinione pubblica dai veri problemi.   E tutto a spese di meno di 50 di disperati, lasciati per giorni in un gelido limbo: VERGOGNA!

[1] http://giuli44.altervista.org/oscuramento/.

[2] https://www.repubblica.it/cronaca/2019/01/25/news/sea_watch_in_acque_italiane-217410611/.

[3] http://giuli44.altervista.org/aquarius-la-voce-grossa-ha-pagato/.

Precedente LA CAMPAGNA DI FRANCIA. Successivo CRESCITA, OPULENZA, DECRESCITA.