SIAMO EUROPEI!

Risultati immagini per grancassa banda
Siamo Europei! Chiudiamo alle grancasse dei nazional-populisti.

Diciamolo ad alta voce, trascurando le sirene nazional-populiste e le loro scorciatoie.

—–()()()—–

Siamo Europei!  L’Italia e l’Europa sono più forti di chi le vuole deboli!  Questo afferma in manifesto stilato da Carlo Calenda pubblicato ieri[1], che ho letto e già sottoscritto per adesione.

Lo stesso giorno in cui Banca d’Italia pubblica il Bollettino con previsioni negative per la crescita Italiana per il 2019[2], il medesimo nel quale la grancassa del Governo ci fa sapere i primi dettagli Legislativi su quota 100 e reddito di cittadinanza, ecco il manifesto: una luce in fondo al tunnel (non quelli di Toninelli!).

NON MANCE, PIU’ LAVORO.

Sia chiaro: qualcosa per combattere la povertà in questo Paese andava fatto, ma l’ircocervo targato M5Stelle, provvedimento a metà fra sussidio e tentativo di avvio al lavoro, somiglia più a una mancetta pre-elettorale.   Oltre tutto con norme talmente cervellotiche e complicate che sembra fatto apposta per creare burocrazia, conflitti di competenza fra i vari organi attuativi e ricorsi.  Un decreto che pare uscito da un Ministro del “Re Lasagna” (Francesco II di Borbone, ultimo Re delle Due Sicilie).

Costoro, quindi, ci rifilano la mancetta arzigogolata , certamente a molti gradita e a molti necessaria, ma non risolutiva per la crescita del Paese, unitamente alla quota 100 temporanea sulle pensioni.   Questo non risponde alle esigenze del Paese e di chi vive con un futuro sempre incerto, ma piuttosto incoraggiano il lavoro nero[3].    Non risponde al mio amico che, a 45 anni con famiglia, si vede improvvisamente trasferire a tempo parziale a 1000 Euro al mese: dato che non è stato “cicala” e qualche risparmio lo ha, niente sostegno.    Più incentivi al lavoro servono: ciò che manca nella manovra, nonostante il deficit consentito dall’U.E.

Torno al siamo Europei.   Questo manifesto è la speranza che questo possa non essere il Paese di straccioni e scrocconi che stanno tratteggiando, ma un Paese di persone civili e dignitose.   E’ firmato, fra gli altri (cito quelli che mi piacciono di più), da Sergio Chiamparino, Dario Nardella, Giuliano Pisapia, Beppe Sala.  Ha ricevuto l’adesione di Enrico Rossi, Maurizio Martina, Paolo Gentiloni, Nicola Zingaretti, Laura Boldrini.   Manchiamo solo noi!

 

 

[1] https://www.siamoeuropei.it/-

[2] https://it.finance.yahoo.com/notizie/bankitalia-taglia-pil-2019-141821029.html. e

https://www.milanofinanza.it/news/bankitalia-italia-a-rischio-recessione-201901181617404786

[3] http://giuli44.altervista.org/lavoro-nero/.

Precedente ALLA MADONNA (QUELLA SENZA AGGETTIVI). Successivo QUALE POPOLO?