Crea sito

SOLDI SPORCHI.

Immagine correlata
Pecunia non olet! Ne siamo proprio sicuri?

Far emergere il contante nascosto è l’ultima trovata di chi non sa più a che Santo votarsi.

—–()()()—–

Di incertezza si muore!  Non pago del polverone alzato con i mini-Bot il Governo tira fuori dal cappello di prestigiatore la questione cassette di sicurezza e del contante nascosto.  E’ chiaro a tutti che, tranne una somma credo trascurabile e sulla quale in ogni caso si sono pagate tutte le tasse, il contante nascosto è frutto di malaffare: criminalità organizzata, lavoro nero, tangenti e altri fenomeni corruttivi.  Far emergere queste somme tassandole con una aliquota al 15% equivale ancora una volta a prendere per il naso i contribuenti onesti.

Il messaggio decodificato è: “non sappiamo come venir fuori dal ginepraio dei conti pubblici, cari malfattori dateci una mano in cambio di un modesto contributo e sarete a posto per sempre. Potrete utilizzare a piacimento il frutto del dei vostri traffici illeciti: acquistare case e palazzi, aziende anche quotate in borsa, titoli di Stato e far rendere legalmente quei soldi nascosti.”

Pecunia non olet ma mi permetto di rilevare: non nell’immediato.  Ovvio che chi per denaro lo impiega per attività illecite continuerà a tenerlo nascosto ma chi aderirà, magari parzialmente, contribuirà ad inquinare l’economia legale: il tutto per un piatto di lenticchie.  Quanto peserà in futuro questa scelta?

Nel frattempo, causa l’incertezza mortale, lo spread non solo non scende ma sembra avere un potenziale esplosivo di crescita.

https://www.finanzaonline.com/notizie/condono-sui-contanti-lega-ipotesi-aliquota-al-15-su-depositi-cassette-di-sicurezza-il-sole-24-ore#7s8d6f87