Crea sito

SVILUPPO.

Immagine correlata
Sviluppo: una opzione assente nella manovra.

Parola sconosciuta nella manovra economica.

—–()()()—–

Nella manovra economica manca la parola sviluppo.  Non ci sono investimenti nella ricerca scientifica, nell’istruzione, nell’innovazione.  I provvedimenti sono rivolti solo al consenso elettorale immediato: condoni, reddito di cittadinanza, prepensionamenti.

UNA FOTOGRAFIA.

Si fa la fotografia dell’esistente e si mira al mantenimento di un insoddisfacente status quo.  Ci si arrocca sulle posizioni e non si traccia una via di progresso.  Si condanna il Paese alla scarsa produttività, a lavori scarsamente qualificati e, conseguentemente, a bassi salari, bassa crescita, scarsi investimenti: lo sviluppo, le nuove tecnologie sono accantonate.

E’ questo il “sogno” che sovranisti e populisti[1] portano con sé.  Il fatto che tutto ciò porti, almeno nei sondaggi, un vasto consenso, è il segnale stesso dell’arretratezza culturale di un’Italia, che non sa vedere al di là del proprio naso.  Viene da pensare che questo ritardo sia voluto: più ignoranza uguale più consenso a formazioni politiche che basano il gradimento su parole d’ordine semplici ed aggressive.

CECITA’.

L’analfabetismo funzionale imperante non viene certo scalfito da iniziative che sono un invito ad adagiarsi sul noto, sfruttando conoscenze pregresse, senza la prospettiva dell’acquisizione di nuove competenze, più in linea con le nuove professionalità che sono richieste.[2]

In questa ottica si sarebbe dovuto inquadrare il contestato reddito di cittadinanza.  Prima la predisposizione di adeguate strutture di formazione, poi il calo della misura.  Pensare che il provvedimento possa partire con Centri per l’Impiego e strutture di formazione inesistenti significa solo confinare quei cittadini che ne usufruiranno ad un perenne stato di emarginazione, sopravvivendo con gli scarsi mezzi del RdC stesso e con lavoretti in nero.  La povertà, nel frattempo, potrebbe essere contrastata con il rafforzamento e l’estensione del REI, misura già esistente ed efficace.

 

[1] A questo proposito richiamo qui  http://giuli44.altervista.org/sovranismo/.

[2] Non sembra andare in questa direzione, per es., il provvedimento del “terzo figlio in cambio di terreno” https://stream24.ilsole24ore.com/video/notizie/manovra-terreni-gratis-il-terzo-figlio-arrivo/AEVMGeYG