Crea sito

TRIA MASSACRATO.

Immagine correlata
Il Conte Giuseppe Prina, Ministro delle Finanze del Regno Napoleonico d’Italia, massacrato a Milano nel 1814.

Il Ministro dell’Economia sbotta alla Commissione Bilancio della Camera.

—–()()()—–

“Mi avete massacrato per un’ora” così sbotta Giovanni Tria alla Commissione Bilancio della Camera,[1] evidentemente infastidito dall’incalzare dalle obiezioni dell’opposizione e visibilmente a corto di argomenti per sostenere il “pasticciaccio brutto” della manovra[2].

In realtà il massacro c’è, ma non è quello del Ministro.  Il massacro vero riguarda il Paese intero, come certifica l’Ufficio Parlamentare di Bilancio: più tasse, taglio agli investimenti, provvedimenti contraddittori.  Su quest’ultimo argomento basta vedere quel che sta succedendo con l’IRES sul terzo settore.  Mentre, con colpevole beneplacito la Commissione Europea,  chiude un occhio e mezzo e grazia il Governo[3], per ora.

Oggi la Camera darà il suo beneplacito con una procedura che metterebbe in imbarazzo anche un  dittattorello di una qualche Repubblica delle banane .  La stessa fiducia concessa 15 giorni fa sullo stesso  provvedimento, ora completamente sconvolto, dopo che è stato calpestato quel Senato che questa maggioranza ha “difeso” nel Referendum Costituzionale del 4 dicembre 2016.

LA DITTATURA DELLA MAGGIORANZA.

Possiamo ben dire che con questo modo di procedere si tenta l’introduzione in Italia del tempo della Democrazia Autoritaria.  Quel tipo di Governo che già vige nella Russia di Putin, nei Paesi di Visegràd, sul quale tenta di incamminarsi l’America di Trump.  Un sistema che della Democrazia ha solo il simulacro e per il quale si dovrebbe meglio parlare di dittatura della maggioranza.

Sono offesi i diritti delle persone per bene: quelle che pagano regolarmente tasse e balzelli, che rispettano le regole, che vengono ulteriormente angariate con penalizzazioni  come l’aumento di quei balzelli, con blocco degli aggiornamenti pensionistici.   Come se questo Paese fosse stato invaso da un’orda barbarica che vuol vivere a spese di chi già lo abitava: ignorando Leggi, procedure e lo stesso Diritto.   Un’orda composta da evasori fiscali, lavoratori in nero, nullafacenti, scrocconi del welfare.

 

 

 

 

[1]https://www.repubblica.it/economia/2018/12/27/news/tria_reddito_cittadinanza_e_quota_100_in_decreto_a_inizio_anno-215301570/.

[2] http://giuli44.altervista.org/la-manovra-cequasi/.

[3] https://www.lavoce.info/archives/56567/dieci-miliardi-in-meno-i-numerini-che-per-ora-evitano-le-sanzioni-europee/.