Crea sito

TUTTO CHIUSO?

Negozio chiuso | La Mia Foto - Repubblica@SCUOLA - Il giornale web ...

Ha senso la chiusura delle attività aperte al pubblico, ma per quelle produttive?

—–()()()—–

Una lodevole iniziativa del Centro Studi di Carlo Cottarelli ci dà un’idea di come viene fronteggiata a livello produttivo l’emergenza del covid19[1].

Come si può facilmente verificare siamo, con la Spagna, l’unico Paese che ha bloccato quasi completamente la produzione.   Tenendo conto che l’Italia è un Paese manifatturiero con una produzione in gran parte rivolta a semi-lavorati o componenti utilizzati in altri Paesi[2], mi chiedo se questa prolungata interruzione non possa portare i nostri clienti alla ricerca di approvvigionamenti alternativi.

Alla ripresa, quando sarà, ci troveremo forse a non dover riaprire un bel niente.   Già abbiamo notizia che molte attività, legate principalmente al turismo (alberghi, ristoranti, stabilimenti balneari) non apriranno.   Ancora subiamo ogni giorno notizie di coltivazioni agricole non raccolte e autodistrutte.   Mi chiedo quante saranno le industrie che riapriranno.

Mentre il calcio pensa di concludere i vari campionati, ricominciando a giocare oltre la metà di maggio e concludendo a metà luglio, ha senso che con simile calendario non riaprano le scuole?

Ogni volta che vedo l’amico medico, questi arriccia il naso quando alla sua domanda: “hai smesso di fumare?” rispondo mostrandogli il pacchetto delle sigarette.   Fingo di aver trascurato la sua raccomandazione ma è una provocazione: in realtà, anche se non ho smesso completamente, ho fortemente limitato il fumo a poche sigarette al giorno, rigidamente contate.

Il Governo, di fronte al parere dei medici e virologi, ha abdicato a qualsivoglia funzione di indirizzo, trincerandosi pilatescamente dietro il loro parere.    Sappiamo che l’epidemia è grave ma sappiamo anche che ci dovremo convivere ancora a lungo.   Allora perché non pensare ad una possibile riapertura in sicurezza, previa sanificazione e rispettando le distanze ?   Forse che nel Governo ci sono forze che perseguono il “tanto peggio, tanto meglio”?   Non basterebbe ad es. chiudere le autostrade alla circolazione a vetture private, anziché chiudere tutto il Paese per timore di ponti vari?   Il modo si trova: basta avere la volontà e il coraggio di farlo.

 

 

[1] https://osservatoriocpi.unicatt.it/cpi-archivio-studi-e-analisi-coronavirus-e-blocco-delle-attivita-cosa-succede-all-estero

[2] Penso ad es. agli apparati frenanti per l’automotive, ai pneumatici, all’acciaio e alle piccole aziende di componentistica.